Leggevo stamani un articolo dove l’architetto Boeri del “bosco verticale” di Milano invita i sindaci di altre città a sostituire le orrende barriere in cemento posizionate a difesa di piazze e strade contro il terrorismo, con alberi e fioriere. Mi sembra un’idea semplice e geniale, che avrebbe il vantaggio di riportare un po’ di respiro nelle nostre città oppresse dal traffico e dallo smog.
Alcune città per la verità ci hanno già pensato, come Napoli e Firenze, e meritano un plauso i loro sindaci. Altre spero ne eguiranno l’esempio. Perché se è vero che ormai la nostra quotidianità di cittadini occidentali bersagliati dai terroristi si sta modificando – pensiamo alle difficoltà per prendere un aereo – è triste vedere le nostre belle città, sopratutto quelle d’arte e cultura, riempirsi di barriere di cemento. Pensare alle splendide piazze di Venezia e Siena, tanto per dirne due, o alle tante cittadine medievali come ce ne sono centinaia nel nostro bel Paese, inbruttite da questi blocchi grigi e tristi.
Ho vissuto per diversi anni a San Gimignano, la perla della Toscana conosciuta in tutto il mondo (più che da noi purtroppo!) e non posso immaginare la piazza Cisterna, o la piazza del Duomo, o ancora la piazza St. Agostino con la splendida pavimentazione in cotto rovinata da orripilanti blocchi di cemento!
Per me non è solo una questione estetica, è una rabbia sorda che mi monta dentro all’idea di dove soggiacere alla paura, alla volontà omicida e pazza (che altro non è) di questi fanatici del male. Mi auguro che i vari sindaci e politici italiani sappiano cogliere l’occasione per migliorare e abbellire le loro città, e in questo modo non darla vinta ai terroristi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...